LavoroFacile - Sede legale : Via Antonio Lombardo , n.7 - 26900 Lodi

Rapporto di lavoro

Rapporto di lavoro

0 14
Il Previndai, sul proprio sito internet, il 19 gennaio 2017, ha reso noto che i dirigenti interessati dal sisma del centro Italia, possono avanzare richiesta di anticipazione a prescindere dal requisito degli otto anni di permanenza nella previdenza complementare. Quanto deciso dal Previndai attua l’art. 48, c. 13bis della L. 229/2016 che ha disposto che, per ragioni attinenti agli eventi sismici che hanno interessato le regioni del centro Italia a far data dal 24 agosto 2016, gli aderenti alle forme pensionistiche complementari, residenti nei Comuni indicati negli allegati 1 e... continua a leggere

0 145
Con la circolare n. 9 del 19 gennaio 2017, l’INPS, a completamento del processo di attuazione del D.Lgs. n. 148/2015 di riforma degli ammortizzatori sociali, ha fornito le istruzioni per favorire l’adeguamento dei sistemi gestionali aziendali. In particolare vengono analizzati gli adempimenti connessi all’associazione di ogni lavoratore con l’unità produttiva di riferimento, i criteri per individuare i trattamenti soggetti alla nuova disciplina, la metodologia di calcolo della contribuzione addizionale nonché le modalità di gestione del trattamento di fine rapporto in relazione alle diverse tipologie di cassa integrazione. Il documento fornisce le... continua a leggere

0 21
L’INPS, con il messaggio 30/12/2016 n.5280, facendo seguito al Decreto interministeriale (Lavoro-Economia) del 22/12/2016, che assegna ulteriori risorse finanziarie, per la concessione degli ammortizzatori sociali in deroga per periodi di competenza dell’annualità 2016, ha disposto la ripartizione delle stesse tra le Regioni e le Province autonome. Il nuovo intervento dell’istituto previdenziale segue le circolari 56/2016 e 217/2016 con le quali sono state fornite indicazioni normative ed istruzioni operative per la gestione ed il pagamento degli ammortizzatori sociali in deroga 2016. continua a leggere

0 40
L’Ispettorato Nazionale del Lavoro informa che, a partire dal 1° gennaio 2017, sono cambiati gli indirizzi e-mail delle Direzioni Territoriali del Lavoro che prendono la denominazione di Ispettorato Territoriale del Lavoro. Pertanto: - l’indirizzo e-mail dtl-XXX@lavoro.gov.itviene sostituito da XXX@ispettorato.gov.it - l’indirizzo e-mail PEC XXX@pec.lavoro.gov.itviene sostituito da ITL.XXX@pec.ispettorato.gov.it Sostituire a “XXX” la Provincia.   Precedente Indirizzo posta ordinaria Nuovo Indirizzo MAIL posta ordinaria DIL-Milano@lavoro.gov.it IIL.Milano@ispettorato.gov.it DIL-Napoli@lavoro.gov.it IIL.Napoli@ispettorato.gov.it DIL-Roma@lavoro.gov.it IIL.Roma@ispettorato.gov.it DIL-Venezia@lavoro.gov.it IIL.Venezia@ispettorato.gov.it DTL-Aosta@lavoro.gov.it ITL.Aosta@ispettorato.gov.it DTL-Arezzo@lavoro.gov.it ITL.Arezzo@ispettorato.gov.it DTL-AscoliPiceno@lavoro.gov.it ITL.Ascolipiceno@ispettorato.gov.it DTL-Avellino@lavoro.gov.it ITL.Avellino@ispettorato.gov.it DTL-Belluno@lavoro.gov.it ITL.Belluno@ispettorato.gov.it DTL-Benevento@lavoro.gov.it ITL.Benevento@ispettorato.gov.it DTL-Bergamo@lavoro.gov.it ITL.Bergamo@ispettorato.gov.it DTL-Bologna@lavoro.gov.it ITL.Bologna@ispettorato.gov.it DTL-Brescia@lavoro.gov.it ITL.Brescia@ispettorato.gov.it DTL-Brindisi@lavoro.gov.it ITL.Brindisi@ispettorato.gov.it DTL-Caserta@lavoro.gov.it ITL.Caserta@ispettorato.gov.it DTL-Catanzaro@lavoro.gov.it ITL.Catanzaro@ispettorato.gov.it DTL-Cosenza@lavoro.gov.it ITL.Cosenza@ispettorato.gov.it DTL-Cremona@lavoro.gov.it ITL.Cremona@ispettorato.gov.it DTL-Crotone@lavoro.gov.it ITL.Crotone@ispettorato.gov.it DTL-Cuneo@lavoro.gov.it ITL.Cuneo@ispettorato.gov.it DTL-Foggia@lavoro.gov.it ITL.Foggia@ispettorato.gov.it DTL-Frosinone@lavoro.gov.it ITL.Frosinone@ispettorato.gov.it DTL-Grosseto@lavoro.gov.it ITL.Grosseto@ispettorato.gov.it DTL-Imperia@lavoro.gov.it ITL.Imperia@ispettorato.gov.it DTL-LaSpezia@lavoro.gov.it ITL.LaSpezia@ispettorato.gov.it DTL-Latina@lavoro.gov.it ITL.Latina@ispettorato.gov.it DTL-Lecce@lavoro.gov.it ITL.Lecce@ispettorato.gov.it DTL-Macerata@lavoro.gov.it ITL.Macerata@ispettorato.gov.it DTL-Mantova@lavoro.gov.it ITL.Mantova@ispettorato.gov.it DTL-Milano-Lodi@lavoro.gov.it ITL.Milano-Lodi@ispettorato.gov.it DTL-Modena@lavoro.gov.it ITL.Modena@ispettorato.gov.it DTL-Napoli@lavoro.gov.it ITL.Napoli@ispettorato.gov.it DTL-Nuoro@lavoro.gov.it ITL.Nuoro@ispettorato.gov.it DTL-Padova@lavoro.gov.it ITL.Padova@ispettorato.gov.it DTL-Pavia@lavoro.gov.it ITL.Pavia@ispettorato.gov.it DTL-Pesaro-Urbino@lavoro.gov.it ITL.PesaroUrbino@ispettorato.gov.it DTL-Piacenza@lavoro.gov.it ITL.Piacenza@ispettorato.gov.it DTL-Rimini@lavoro.gov.it ITL.Rimini@ispettorato.gov.it DTL-Roma@lavoro.gov.it ITL.Roma@ispettorato.gov.it DTL-Salerno@lavoro.gov.it ITL.Salerno@ispettorato.gov.it DTL-Sassari@lavoro.gov.it ITL.Sassari@ispettorato.gov.it DTL-Savona@lavoro.gov.it ITL.Savona@ispettorato.gov.it DTL-Siena@lavoro.gov.it ITL.Siena@ispettorato.gov.it DTL-Taranto@lavoro.gov.it ITL.Taranto@ispettorato.gov.it DTL-Teramo@lavoro.gov.it ITL.Teramo@ispettorato.gov.it DTL-Treviso@lavoro.gov.it ITL.Treviso@ispettorato.gov.it DTL-Varese@lavoro.gov.it ITL.Varese@ispettorato.gov.it DTL-Venezia@lavoro.gov.it ITL.Venezia@ispettorato.gov.it DTL-Verona@lavoro.gov.it ITL.Verona@ispettorato.gov.it DTL-ViboValentia@lavoro.gov.it ITL.ViboValentia@ispettorato.gov.it DTL-Vicenza@lavoro.gov.it ITL.Vicenza@ispettorato.gov.it DTL-Viterbo@lavoro.gov.it ITL.Viterbo@ispettorato.gov.it continua a leggere

0 103
L’ANPAL, sul proprio sito istituzionale, rende noto di aver pubblicato il Decreto che stabilisce il termine di chiusura e di decadenza del Bonus Occupazione e il Decreto che fissa al 31 gennaio 2017 la data ultima per le assunzioni incentivabili con il bonus occupazionale di Garanzia Giovani. A partire dal 1° gennaio tutte le assunzioni effettuate dai datori di lavoro sono incentivabili con i due nuovi incentivi: Occupazione Sud e Occupazione Giovani. continua a leggere

0 33
La Banca Centrale europea, con comunicato stampa dell’8 dicembre 2016, ha reso noto di non aver modificato il TUR, che rimane quindi fissato nella misura dello 0,00%. Pertanto gli interessi di dilazione dei debiti contributivi rimangono pari allo 6,00% (TUR + 6 punti percentuali), mentre le sanzioni per il ritardato pagamento delle inadempienze contributive spontaneamente denunciate rimangono pari al 5,5% (dato dal TUR + 5,5%). continua a leggere

0 43
L’INPS, con il messaggio n. 289 del 20 gennaio 2017 (di rettifica del precedente mess. n. 193/2017), ha reso noto che il sistema di gestione delle domande di verifica del diritto a pensione è stato aggiornato con la tipologia relativa all’ottava salvaguardia. Il servizio è disponibile, fino al 2 marzo 2017, sia per i patronati, con le consuete modalità, che per i cittadini in possesso delle credenziali di accesso. I cittadini possono accedere ai servizio on line - Domanda di Prestazioni previdenziali: Pensione, Ricostituzione, Ratei matur. Il messaggio ricorda inoltre che... continua a leggere

0 32
L’Inps, con la circolare n. 8 del 17 gennaio 2017, ha reso noto che è fissato nella misura dello 0,0% l’aumento di perequazione automatica da attribuire alle pensioni, in via definitiva, per l’anno 2016, e nella stessa misura dello 0,0% l’aumento di perequazione automatica da attribuire alle pensioni, in via previsionale, per l’anno 2017. I trattamenti minimi di pensione per i lavoratori dipendenti e autonomi rimarranno quindi pari, anche dal 1° gennaio 2017, ad euro 501,89 euro (6.524,57 annui), mentre gli assegni vitalizi saranno ancora pari ad euro 286,09 (3.719,17... continua a leggere

0 111
Il coefficiente di rivalutazione del TFR, per le cessazioni del rapporto di lavoro intervenute nel periodo 15 dicembre 2016 – 14 gennaio 2017, è stato fissato al 1,795304% (comunicato ISTAT). L’indice di gennaio sarà diffuso il 22 febbraio secondo il calendario 2017 dell’ISTAT. Indice: 100,3 Variaz. su Dic. ‘97: 0,393738 Rid. 75%: 0,295304 Perc. Fissa 1,500 Perc. Progr.: 1,795304 Coeff. Cap. riv.: 1,01795304 Montante: 4,27690810 Esempio: – Dipendente che ha cessato il rapporto di lavoro il 12 gennaio 2017 – TFR maturato al 31 dicembre 2015: euro 54.243,45 (*) – TFR maturato dal 1° Gennaio al 31 dicembre 2016: euro... continua a leggere

0 56
Il Consiglio dei Ministri nella seduta n. 8 del 14 Gennaio 2017 ha approvato in esame preliminare otto decreti legislativi di attuazione dell’articolo 1, comma 180, della legge 13 luglio 2015, n. 107, tra cui quello che rivede la disciplina degli esami di stato a partire dal 2018. Il provvedimento, in particolare, stabilisce che le prove previste alla fine della classe terza della scuola secondaria di primo grado saranno tre scritti e un colloquio. Oggi le prove sono sei più il colloquio. L’Esame viene riequilibrato e si torna a dare più... continua a leggere