lavoro2puntozero-project

lavoro2puntozero-project


I punti della riforma


L’obiettivo è di semplificare la parte operativa e amministrativa della gestione del personale per le case di software, per gli addetti amministrativi degli uffici del personale, per i consulenti del lavoro e gli altri professionisti del settore.
E’ possibile definire il livello massimo della previdenza pubblica, che dovrà essere affiancata da una vera e propria previdenza integrativa, gestita dalla contrattazione collettiva o individuale.
La proposta è quella di fissare criteri più semplici per la determinazione delle basi imponibili, finalizzati a individuare, all’inizio di ogni anno, costi contributivi/oneri sociali certi con riferimento al personale.
La realizzazione delle misure indicate potrebbe consentirebbe una forte riduzione della spesa pubblica, con possibilità di destinare le risorse ad altre necessità.
L’individuazione di basi imponibili contributive certe potrebbe consentirebbe la riduzione delle aliquote contributive, con notevole risparmio per le aziende.
Si ritiene opportuna una ridefinizione del sistema dei controlli, con l’introduzione anche di procedure di verifica automatiche, mediante l’utilizzo di apposite banche dati, effettuate non solo dall’organico ispettivo, ma anche da parte dei servizi per l’impiego e degli enti locali, coordinati dal Ministero del Lavoro.