Stop al versamento del contributo di mobilità

0 427

Con il messaggio n. 99 dell’11 gennaio 2017, l’INPS ha confermato che dal 1° gennaio u.s. cessa l’obbligo di versamento delle seguenti forme contributive: contributo ordinario di mobilità, pari allo 0.30% della retribuzione imponibile (art. 16, c. 2, lett. a), legge n. 223/91); contributo d’ingresso alla mobilità (art. 5, c. 4, legge n. 223/91); contributo aggiuntivo per il trattamento speciale DS per l’edilizia, pari allo 0.80% della retribuzione imponibile (art. 15 legge n. 427/75).

Inoltre, le aziende che abbiano avviato una procedura di licenziamento collettivo ex artt. 4 e 24 della legge 223/91 ed adottato licenziamenti a far tempo dal 31 dicembre 2016, non saranno più tenute al pagamento del contributo d’ingresso ex art. 5, co. 4, legge n. 223/91. Il venir meno dell’obbligo di versamento del contributo d’ingresso, comporta per le imprese il diritto al recupero integrale delle somme anticipate a tale titolo. In particolare, per il recupero, i datori di lavoro potranno procedere alle operazioni di conguaglio fin dalla prima denuncia UniEmens utile (competenza gennaio 2017), utilizzando il codice “G800”, avente il significato di “Recupero ai sensi dell’art. 4, co. 10, legge n. 223/91”. Parallelamente, in relazione a detti licenziamenti, le aziende saranno tenute al versamento del contributo di cui all’articolo 2, c. 31 della legge 92/12 (contributo di licenziamento), moltiplicato per tre volte nei casi in cui la dichiarazione di eccedenza del personale non abbia formato oggetto di accordo sindacale.

Il messaggio precisa inoltre che, in conseguenza dell’abrogazione degli incentivi per l’assunzione di lavoratori iscritti nelle liste di mobilità, le procedure di elaborazione dei moduli telematici dell’INPS sono state aggiornate in modo da inibire l’invio di istanze di riconoscimento del beneficio contributivo di cui agli articoli 8 e 25, comma 9, della legge 223/1991 con riferimento alle assunzioni, proroghe o trasformazioni effettuate a partire dal 1° gennaio 2017.

Stampa