Anche quest’anno, le operazioni di conguaglio di fine anno meritano particolare attenzione per il fatto che sono intervenute novità legislative che attendono la più ampia riforma del cuneo fiscale, in parte ancora legate all’emergenza sanitaria, e amministrative che impattano, in modo significativo, sulle citate operazioni.

Oltre alle consuete operazioni, occorre porre attenzione:

  • Alla gestione annuale dei due strumenti (bonus denominato trattamento integrativo e ulteriore detrazione) finalizzati a ridurre il cuneo fiscale sui redditi di lavoro dipendente e assimilato;
  • alla corretta applicazione delle agevolazioni riguardanti i flexible benefit contenuti nei piani welfare aziendali e utilizzati anche nella conversione del premio di risultato (impattano anche nelle operazioni di conguaglio contributivo);
  • alle nuove regole per la valorizzazione del benefit auto in uso promiscuo alla luce delle ultime precisazioni dell’Agenzia delle entrate;
  • alle nuove regole sulla restituzione da parte del dipendente di somme ricevute indebitamente;
  • alla gestione di alcuni oneri detraibili, che transitano dalla busta paga, ora legati a limiti di reddito;
  • alla corretta gestione dei contributi ai fondi integrativi e agli anti bilaterali alla luce delle ultime precisazione dell’Agenzia delle entrate.

Aggiornato al 1 Dicembre 2021